RESPONSABILITÀ MEDICA – RISARCIMENTO DEL DANNO A SEGUITO DI INTERVENTO ESEGUITO CON IMPERIZIA

Durante un intervento routinario di asportazione di un polipo uterino presso l’A.S.P. di **** la paziente subiva una lesione dell’utero con conseguente perforazione dell’intestino.

A causa dell’intervento maldestro la paziente l’indomani era costretta a subire un ulteriore intervento per suturare le perforazioni che le avevano provocato.

Secondo il Tribunale di Agrigento sussistono profili  di responsabilità da individuare nell’imperizia da parte del medico che ha causato le lesioni della paziente il cui danno è stato quantificato in € 80.000,00 per danno biologico, morale ed esistenziale in quanto dette lesioni hanno certamente pregiudicato anche l’essenza della vita familiare della paziente.

Il giusto risarcimento è stato quindi riconosciuto alla paziente e supera la “prova di resistenza” anche alla luce dei recenti interventi legislativi in materia di responsabilità medica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *